skip to Main Content
Vacche Sacre E Maiali Intoccabili?

Vacche sacre e maiali intoccabili?

Photo by Jez Timms on Unsplash

“At the moment, meat is still king.

By some estimates, 30% of the calories consumed globally by humans come from meat products, including beef, chicken, and pork.

That translates to staggering numbers of animals grown for food: there are over 30 million head of beef cows in the US, and 21 million pigs in Iowa alone.”

Non se ne parla ancora molto in Italia. L’argomento è complesso, ed al di là delle semplici considerazioni legate al rifiuto mentale per il consumo di insetti o altri invertebrati (ma non sono forse secoli che mangiamo lumache?), l’attenzione mi porta a riflessioni sulla nostra evoluzione.

Da sempre, siamo onnivori. Ma siamo cresciuti di numero, sempre più. E senza scomodare “Il Club di Roma” e le loro analisi sulla criticità della crescita, è innegabile che non ci sarà carne per tutti, per sempre. E vacche e maiali non avranno abbastanza erba da mangiare, perché ci sarà sempre meno acqua disponibile per produrre, trasformare, alimentare.

La filiera della carne è lunga, e contempla anche i produttori di food equipment: se non produco più carne da macellazione, non ho più bisogno di attrezzature per uccidere e lavorare la carne, di camion per trasportare gli animali vivi, e quindi non ho bisogno nemmeno delle persone, siano esse umane o stupidi robot.

La produzione di carne da operazioni di laboratorio, in questo momento è marginale, e già negli Stati Uniti ci sono alcune aziende che hanno intrapreso questa attività.

A breve, anche l’Europa dovrà fare i conti con i numeri, che per quanto riguarda gli allevamenti suini e bovini sono sicuramente più alti di quelli citati nel’articolo in Iowa.

Leggete l’articolo con calma: il mondo cambia più velocemente di quanto cambi la nostra percezione; ed anche il nostro appetito.

La carne regna (ma non per sempre…)

View story at Medium.com

Back To Top
×Close search
Cerca