skip to Main Content
Home Sweet Home

Home sweet home

Lavorare da casa. Per alcuni un incubo, per qualcuno un’ipotesi irrealizzabile (e senza senso), per molti un sogno. Un sogno che a volte si può trasformare in realtà, basta avere ben chiari gli obiettivi.

Vogliamo guadagnare dei soldi, vogliamo essere indipendenti da capi che non siano i nostri utenti e/o i nostri clienti,

I venti consigli che possiamo leggere nell’infografica di apertura, non portano ad un isolamento dal mondo, non ci trasformano in ricchi fancazzisti. Se guardiamo con attenzione, tutti i lavori prevedono una buona se non ottima preparazione, una buona se non ottima competenza specifica, una buona se non ottima capacità comunicativa, una buona se non ottima capacità di comprensione delle esigenze: del cliente, dello studente, dell’animale.

Il “lavorare da casa”, è quindi una bella opportunità soprattutto per chi, artigiani della riparazione o “any specialized skill”, ha una dote indispensabile: l’autodisciplina.

Allora non scegliamo a cuor leggero di affrontare l’indipendenza da un locus lavorativo gestito da altri, dove la responsabilità per qualsiasi evento non è nostra.

Working from home è la vera libertà, ma per goderla dobbiamo essere responsabili, maturi e determinati.

Are you ready?

Back To Top
×Close search
Cerca